Browsing Tag:

lievitati

Colazione/ Dolci/ Lievitati Dolci/ Per tutte le stagioni

Brioche senza impasto alla crema pasticcera

DSC_0118 Chi mi conosce sa che amo i lievitati, mi piace davvero tanto vedere il “miracolo” della lievitazione, e mi piace ancora di più vedere il miracolo quando non si impasta nemmeno. Ricordo che quando portai ad un corso per la prima volta una focaccia senza impasto rimasero tutti a bocca aperta e increduli davanti a tanta bontà e, vi dirò che è successo anche la settimana scorsa con Giulia che non l’aveva mai provata! La settimana scorsa mi è venuto in mente di non-impastare un pan brioche per provare a farci dei croissant (che rimangono la colazione preferita da queste parti) l’avevo già fatto tempo fa e gli avevo dato la classica forma del pane in cassetta ma se vi dico che lo mangiano meno volentieri forse non ci crederete, anche se è veramente così. Avevo da provare una crema pasticcera in busta nuova nuova appena uscita che mi era stata gentilmente data dall’azienda a CIBUS proprio per testarla e quale occasione migliore che usarla per farcire le mie brioche?  Vi dirò che ero scettica ma è VERAMENTE BUONA, perfetta per chi non ama cucinare o che non se la sente di fare una crema pasticcera perchè inesperto, ma anche perfetta per le cuoche più esperte per salvare un dolce dell’ultimo minuto per ospiti inattesi, insomma una busta di questa crema in credenza dovremmo tenerla sempre,  basta solo aggiungere latte o acqua (io ho aggiunto latte ma la prossima volta provo conll’acqua) e avere a disposizione un frullatore elettrico o un po’ di braccia e subito  la soddisfazione di preparare un dolce fatto in casa, senza fatica e in poco tempo, un dolce buono, bello e anche senza glutine il risultato ci è piaciuto molto, non ha retrogusti ed è piacevole al palato, ha dato un tocco in più a queste buonissime brioche

  • BRIOCHE SENZA IMPASTO ALLA CREMA PASTICCERA INGREDIENTI per circa 20 brioche
  • 500g di farina
  • 200g di burro fuso freddo
  • 150g di acqua a temperatura ambiente
  • 4 uova medie a temperatura ambiente
  • 120g di miele chiaro di acacia
  • 40g di zucchero
  • la punta di 1 coltello di estratto di vaniglia naturale o i semi di 1/2 bacca
  • 4g di sale
  • 7g di lievito di birra secco
  • burro fuso e zucchero semolato per la finitura
  • UNA BUSTA DI CREMA PASTICCERA PRONTA Nonna Anita
  • latte fresco 365ml

PREPARAZIONE

In un contenitore capiente mescolare le uova con il burro fuso, l’acqua, il miele, il sale e lo zucchero e gli aromi. Mescolare la farina con il lievito di birra secco e poi versare il tutto sul composto liquido. Con una forchetta mescolare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Coprire il contenitore con il suo coperchio o con della pellicola e lasciar riposare per due ore a temperatura ambiente (se in casa vostra non fa molto caldo, come da me che ci sono 19° fate lievitare la prima ora a temperatura ambiente e la seconda nel forno precedentemente intiepidito a 50° per 30 secondi e poi lasciano la lucina accesa. Trasferire poi il contenitore in frigo nel ripiano più freddo e lasciarlo lì per minimo 24 ore e fino a 5 giorni Una volta trascorso il tempo di lievitazione in frigo togliete l’impasto e versatelo sulla spianatoia ben ben infarinata, infarinate anche l’impasto e cercate di dargli una forma rettangolare il più grande che riuscite che vi consentirà di dare un maggior numero di pieghe iniziate a dare le pieghe a 3 come in questa immagine (credit _lecodette)

al vostro impasto girando di 90° ogni volta e continuando fino a che l’impasto ve lo consentirà, io ho dato circa6/7giri di pieghe prima di sentire sotto le mani l’impasto era troppo stressato, ho coperto con pellicola a contatto e lasciato riposare per circa 2 ore a temperatura ambiente sulla pianatoia. Trascorso questo tempo il nostro impasto sarà ben riposato ed elastico e potremo iniziare dividendo l’impasto in 4 parti che tireremo con il mattarello in una forma il più possibile rettangolare da cui ritagliare i triangoli per fare i nostri croissant (vedi immagine qui sotto)

(credit _lecodette)

 

image-22-05-16-22-40

A questo punto posizionate sulle placche del forno rivestite di carta forno le brioche ottenute distanziandole un pochino l’una dall’altra (vedi foto sopra) e copritele con la pellicola, lasciatele riposare fino al raddoppio, io lo ho messe in forno con la lucina accesa e ho anche messo una piccola pentola con acqua in ebollizione per far si che l’ambiente fosse più caldino, visto che fuori faceva ancora freddino se le fate da adesso in poi non credo sarà necessario, ameno che non abbiate una casa particolarmente fredda Una volta raddoppiate accendete il forno a 180° e cuocetele (avendole prima spennellate con poco burro fuso e spolverizzate con zucchero semolato) per 12/15 minuti. Le brioche si possono farcire prima di procedere alla formatura con marmellate e creme al cioccolato ma se volete farcirle con crema pasticcera, come ho fatto io, vi consiglio di  farlo una volta cotte. Ovviamente potete usare la stessa ricetta per fare un pan brioche classico nello stampo da plumcake e farcirlo tagliandolo a metà, vi lascio il link della ricetta originale da cui ho preso spunto dal blog di Martina che non sbaglia mai una ricetta! ,

eventi/ Lievitati Dolci/ Lievitati Salati/ Per tutte le stagioni/ show cooking

Pizza dolce al BBQ

Ecco la Seconda ricetta preparata per il
Grill Contest di cui vi parlavo nello scorso post.

 

La ricetta perfetta per l’estate che si sta avvicinando, non so se capita anche a voi di finire dicuocere la carne e avere ancora braci e vi dispiace di non avere più niente da cuocere, ecco questa è la ricetta giusta per “finire le braci” oltre che per preparare un dolce al bbq davvero originale e semplice!

Anche questa ha decisamente riscosso successo tra gli spettatori che anche per questa ricetta hanno potuto fare unassaggio.
Una ricetta davvero molto semplice per cui  è importantissimo che gli ingredienti siano di primissima qualità, mi raccomando!
PIZZA DOLCE AL
BBQ

INGREDIENTI
per la base

  • Pasta per pizza già lievitata
  • olio evo

Per le farciture:

  • 250 g di ricotta vaccina e 1 cucchiaio di zucchero a velo
  • fragole, zucchero e menta fresca
  • cioccolato fondente e cocco in scaglie
  • noci pecan e miele

In una ciotola mettere la ricotta con lo zucchero a velo e mescolare bene e tenere a parte
Tagliare a scaglie il cioccolato fondente

Tagliare le fragole e cospargerle con due cucchiai di zucchero alla menta preparato frullando lo zucchero con alcune foglie di menta fresca
Stendere la pasta per pizza in un rettangolo dello spessore di circa 1cm, con l’aiuto di un bicchiere ricavare delle piccole pizze, spennellare con olio d’oliva e mettere sulla griglia calda, cuocerle da entrambi i lati.
Farcire le pizze grigliate facendo una base di ricotta su cui adagiare i tre tipi di farcitura, rimettere per qualche minuto sulla griglia, servire ben calde!

Ovviamente io ho proposto queste tre farciture ma potete spaziare con la fantasia e anche in base al periodo dell’anno e alla stagionalità dei prodotti che a prescindere va sempre rispettata!

Buon BBQ a tutti!
Nei prossimi post ho un sacco di cose da raccontarvi! ma voi mi seguite su fb!!?
qui il link alla mia pagina dove trovate tutti gli aggiornamenti sugli eventi e le iniziative a cui partecipo! vi aspetto!!!
Lievitati Salati/ Per tutte le stagioni

Focaccia alle patate e rosmarino

Vi ricordate che vi avevo detto che avevo prodotto con la mia Pm dei lievitati che si sarebbero meritati un post sul blog?
Ecco la focaccia di oggi è decisamente degna!

focaccia-patate-e-rosmarino_thumb
Prodotta seguendo una ricetta davvero perfetta che si basa sul metodo del Bonci nazionale, questa focaccia è proprio di quelle che hanno quelle bollicine dentro che donano una leggerezza all’impasto mai sentita, la digeribilità aumenta grazie alla lunga lievitazione in frigo praticamente non vi resta che provarla!

IMPASTO a LUNGA LIEVITAZIONE  di Diletta Castellani
  • 1 kg Farina 0 (+100-150g se servono)
  • 300g Lievito madre ( in forma di LIEVITINO, lievitato per 24ore) (*)
  • 800g Acqua (se si usa il lievitino 700g + 100g) (*)
  • 2 Cucchiai olio extravergine
  • 20g Sale
  • Farina di grano duro per la spianatoia e la stesura

Per il lievitino

  • 100 g Lievito Madre
  • 100g Farina 0
  • 100g Acqua

Per il condimento

  • Patate lesse 5/6 di medie dimensioni
  • Olio evo
  • Sale in fiocchi
  • Rosmarino tritato

Mescolare in una ciotola i tre ingredienti, coprire con pellicola e lasciare lievitare a temperatura ambiente per 12-24 ore.
Per l’impasto finale
In una ciotola capiente mettere la farina, il lievitino e parte dell’acqua e iniziare a mescolare. Aggiungere il sale e l’olio e il resto dell’acqua e mescolare fino a quando la farina è stata assorbita tutta. Lasciare riposare l’impasto per 20-30 minuti (**). Rovesciarlo su una spianatoia infarinata con la farina di grano duro e ripiegare più volte impasto per asciugarlo (nel video si vede molto bene). Rimettere l’impasto nella ciotola con il fondo piatto (non bombato), leggermente unta di olio, coprire con la pellicola e mettere in frigo nella parte bassa (quella della verdura; la temperatura deve essere di circa 4-6°C) per 24 ore (***). Rovesciare l’impasto lievitato sulla spianatoia e spezzarlo in pezzi di circa 600-700g (per una teglia di circa 40×35 cm) e stendere delicatamente l’impasto sulla spianatoia aiutandosi con la semola e trasferirlo sulla teglia (vedi video) e condire a piacere. Accendere il forno alla massima temperatura e quando è pronto, infornare sul ripiano più basso così che l’impasto riceva una bella spinta di calore. Dopo 10-15′ minuti portare la teglia nella parte alta per ultimare la cottura. Mangiare fino a sazietà!
(*) Siccome si usa un lievitino che è più idratato del lievito madre preso direttamente dal barattolo (e si può benissimo usare anche questo!, sempre 300g) è possibile che si abbia bisogno di usare un pochino più di farina, ecco perché negli ingredienti ho messo della farina extra. Comunque usatene non più di 200g!
Anche per l’acqua….se si parte dal lievito madre in barattolo usare tutti gli 800g…se partite dal lievitino, usarne 700g e se pensate che vengano assorbiti anche gli ultimi 100g aggiungeteli piano piano. Quindi utilizzando il lievitino partite con 1kg farina e 700g acqua e a seconda di come sentite l’impasto, potete aggiungere piano piano il resto dell’acqua (100g).
(**) Altra cosa…Bonci dice di farlo riposare 10′ ma io ho notato che più si lascia riposare l’impasto dopo aver unito tutti gli ingredienti nella ciotola, più è facile dare le pieghe per asciugarlo! Quindi lasciatelo riposare per 30′ ma anche 40-45′.
(***) Altro punto fondamentale!!!!!!!!!!!!! e mi raccomando non cercate di accorciare i tempi…la maturazione in frigorifero a mio avviso è fondamentale per il risultato finale sia a livello di gusto che di consistenza.
Io poi l’ho farcita prima di metterla in forno con le patate lesse sbriciolate con le mani, olio evo in abbondanza, sale e rosmarino tritato fine.

 

CONSIGLIA Salmone al vapore